La Serie A su DAZN / TIM? Un’opportunità per gli altri sport

 
NOVITÀ Su tutti i dispositivi è disponibile la Web App: scaricala e attiva la possibilità di ricevere le notifiche.

La notizia di ieri sicuramente farà storia nel panorama televisivo italiano. Non tanto perché le contendenti erano DAZN+TIM vs Sky. Ma quanto per la modalità di fruizione dei prossimi tre campionati di Serie A: si passa dalla sicurezza del satellite (+ lo streaming come “contorno”), allo streaming si prende tutto quanto lasciando una possibile finestra alla fruizione di un canale “lineare”.

Tralasciando il discorso sul ricorso da parte di Sky (seguito a ruota dalle Telco) che con ogni probabilità ci sarà, per “abuso di posizione dominante” (o giuridicamente altro) da parte TIM, ora per la pay-tv i prossimi tre anni saranno quantomeno interessanti. Paradossalmente potrebbe cavarsela anche bene.

È vero, perde il pezzo grosso dell’offerta. Ma è anche vero che non deve più sborsare 800mln e passa annui alla Lega. E, anche se certamente gli 800mln “guadagnati” non verranno sicuramente spesi tutti (anche perché per il mercato italiano non ci sono diritti che valgono quella cifra, quindi inutile spenderli), se fossero investiti anche 100mln annui, si possono comprare una miriade di diritti che fino a questo momento non venivano più di tanto considerati.

Anche considerando il fatto che a questo momento Sky non può avere esclusive in streaming causa la “sentenza R2”.

 

Diritti nuovi che potrebbero essere appetibili

  • Sei Nazioni di Rugby. L’ultima edizione Discovery si è appena conclusa. E il fatto che le partite dove non era presente l’Italia sono state messe su MotorTrend (non proprio il canale più adatto), è un segnale che probabilmente Discovery non intende rinnovare;
  • Mondiale WRC. È l’unico mondiale targato FIA già in corso e che in Italia non trova spazio su nessuna TV (o servizio OTT). Ha il proprio streaming a pagamento, ma questo non toglie il fatto che nelle altre nazioni abbia una copertura “tradizionale”;
  • Mondiale WEC. In partenza tra poco più di un mese. Non pare avere nessuna copertura TV al momento, anche se nel comunicato Sky sui motori la 24h di Le Mans viene comunque data a Eurosport;
  • IndyCar. Al momento non è contemplata da nessuna TV. E, la pagina di riferimento del sito della competizione, ha tolto ogni riferimento a DAZN per l’Italia.
  • Campionato Italiano di Pallavolo Maschile e Femminile. Sarebbe un ritorno. E andrebbe a completare l’offerta sul volley avendo la CEV Champions League.
  • Serie B. Anche questo sarebbe un ritorno con il quale si cercherebbe di tamponare le potenziali disdette nelle città di “Serie B”.
  • Liga. Non viene trasmessa su canali SkySport da 6 anni. Ma il rapporto con il presidente della Lega spagnola non si può dire che sia amichevole.
  • Ligue 1. Campionato non di altissimo livello anche a livello mediatico. A un buon prezzo si può ragionare.
  • Calcio Inglese. Tutto ciò che non è Premier League.

Ovviamente è solo una lista degli sport che, seppur “secondari” sono quelli che hanno maggior seguito.

 

Diritti da rinnovare.

Qui basta una semplice parola: confermare tutto.

 

Accordi commerciali

Si può aprire poi un discorso su eventuali accordi commerciali che Sky potrebbe stipulare:

  • SuperTennis. È in fase di arrivo, sperando che il canale ritorni anche su satellite per una copertura più capillare rispetto al DTT e allo streaming
  • Discovery. Al momento il contratto è in scadenza a fine anno e non comprende le Olimpiadi di Tokyo. Fondamentale il rinnovo del contratto andando ad aggiungere qualche novità: 4K e Eurosport360. Sulle Olimpiadi, a parere di chi scrive un accordo si deve trovare. Ma a cifre ragionevoli. Con Eurosport Player su SkyQ.
  • Sportitalia. Con un ritorno di Criscitiello sulla piattaforma Sky andrebbe comunque ad aumentare il portfolio dei diritti in “suo possesso”. E forse si andrebbe a migliorare anche la piattaforma SiSmart che è un po’ lasciata in disparte. La LCN 225,e perché no anche il 226, sono libere.
  • Rai. Sarebbe ora di far vedere via satellite tutta l’offerta della Rai (con RaiPlay su SkyQ), che ne dite?

 

La disponibilità economica per fare tutto ovviamente c’è. Farà tutto? Ovviamente no.

DAZN: il piano START con il basket, la Nazionale di Volley e altro sport a soli 8,99€ al mese per un anno.
SKY CALCIO: UEFA EURO 2024 e i canali Eurosport (con il Roland Garros e le Olimpiadi) a 14,90 €/mese (offerta fino al 31/5)


Articoli correlati

ommenti

  1. Scusate, ma quindi ad esempio vorreste togliere il volley uomini e donne che TUTTI possono seguire GRATIS sulla rai in HD con almeno tre partite a settimana per metterlo a pagamento? Dove lo sport in chiaro non è ben coperto è un discorso ma provare chiunque di potere vedere lo sport non mi sembra cosa eccelsa….. eppoi, obiettivamente, a parte le analisi di Zorzi non mi sembra che quando i campionati di volley andavano su Sky, fossero un successo. Gli ascolti erano assai deludenti. Secondo me dove le TV in chiaro fanno bene è giusto che tutti possano vedere lo sport…

    1. Ho solo paventato questa ipotesi. Poi se si avvera o meno è un altro paio di maniche. Ad ogni modo, anche se Sky dovesse acquistare il volley, la finestra in chiaro credo possa rimanere. Come detto, è un’ipotesi.

      – Matteo

      1. La finestra in chiaro per il volley la ricordo solo ai tempi di tele +2:una partita sulla rai con commenti di Jacopo volpi e una sulla pay TV con commenti di Lorenzo Dallari e interviste di Marco nostri, esperimento ripetuto in seguito con seconda partita su tmc2 e telecronaca di Claudio Palmigiano. Quando invece il volley era passato a Sky manco uno spiraglio in chiaro.

        .

Back to top button
Don`t copy text!
notification icon

We want to send you notifications for the newest news and updates.